Giovanni Bellini

Da Venicewiki, il wiki di Venezia

(Differenze fra le revisioni)
Versione corrente (10:56, 26 nov 2019) (modifica) (annulla)
 
Riga 64: Riga 64:
|-
|-
-
|
+
|[[Immagine:Bellini Trittico della nativita.png|200px]]
|Trittico della Natività
|Trittico della Natività
|[[Gallerie dell'Accademia]]
|[[Gallerie dell'Accademia]]

Versione corrente

Giovanni Bellini (Venezia 1430/33 - Venezia 1516), Pittore

Giovanni Bellini (Venezia 1435-1448 circa - 1516) figlio del celebre Jacopo, fratello di Gentile (che famoso sarebbe diventato), cognato di Andrea Mantegna: al centro, dunque, di una famiglia di artisti e di un'operosissima bottega, oltre che di una città come Venezia, nella quale circolavano Antonello da Messina, Giorgione, Tiziano, brevemente Leonardo e tutti gli artisti più grandi del momento, ha sempre goduto di un giudizio molto favorevole della critica.


A lui, infatti, a "Messer Zuan Bellin" (il "Giambellino" come veniva chiamato), il "maestro di tutti", dobbiamo capolavori in grado ancora oggi di colpirci profondamente per aver colto lo spirito del tempo e le profonde rivoluzioni culturali allora in atto, attraverso la commovente poesia delle figure e del paesaggio, oltre che una sempre rinnovata freschezza d'invenzione.

Artigiano quieto e immerso in profonda religiosità, Giovanni Bellini ha dipinto senza posa durante tutta la sua vita, rappresentando figure compiutamente legate allo spazio circostante. Uno spazio molto intimamente "veneziano" per la morbidezza della luce, per il realismo sobrio dei personaggi, per il gusto minuzioso per i particolari, compresi quelli botanici, con cui arriva a descrivere ogni singolo filo d'erba riconoscibile nella sua specifica identità.

L'artista veneziano muove i primi passi usando la tempera per poi arrivare, nel corso degli anni, ad un utilizzo così sapiente dell'olio da "impastare" direttamente le forme delle figure con architetture e sfondi,offrendo il primo esempio italiano di un uso moderno della tecnica allora importata dalle Fiandre. Alla fine della carriera giungerà addirittura a lavorare la superficie pittorica con le dita, per creare quelle inusitate morbidezze cromatiche che apriranno la via a Giorgione e Tiziano.

Mappa dei dipinti


Immagine del Dipinto Titolo del dipinto Luogo di esposizione Anno
Crocifissione Museo Correr 1455-60
Cristo morto sorretto da due angioletti Museo Correr 1460
Trasfigurazione Museo Correr 1460
Madonna col Bambino Museo Correr 1460-64
Madonna con Bambino benedicente Gallerie dell'Accademia 1460-65
Trittico della Natività Gallerie dell'Accademia 1460-71
Trittico di San Sebastiano Gallerie dell'Accademia 1460-71
Trittico di San Lorenzo Gallerie dell'Accademia 1460-71
Trittico della Madonna Gallerie dell'Accademia 1460-71
Madonna in trono adorante Bambino dormiente Gallerie dell'Accademia 1470
Cristo morto sorretto dalla Vergine e San Giovanni Evang. Palazzo Ducale 1472
Giovane santo laureato Museo Correr 1475
Madonna Col Bambino benedicente Gallerie dell'Accademia 1475-80
Presentazione di Gesù al Tempio Fondazione Querini Stampalia 1478
Pala di San Giobbe Gallerie dell'Accademia 1480
Madonna col Bambino e gloria di cherubini rossi Gallerie dell'Accademia 1480-90
Madonna degli alberetti Gallerie dell'Accademia 1487
Vergine col Bambino con putti musicanti Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari 1488
Paliotto del doge Agostino Barbarigo Chiesa di San Pietro Martire (Murano) 1488
Madonna col Bambino tra due sante Gallerie dell'Accademia 1490
Doge Pietro Orseolo e Felicita Malipiero in preghiera Museo Correr 1490
Figurazione allegorica: Vanagloria Gallerie dell'Accademia 1490
Figurazione allegorica: Perseveranza Gallerie dell'Accademia 1490
Figurazione allegorica: Invidia-Accidia Gallerie dell'Accademia 1490
Figurazione allegorica: Fortuna- Melanconia Gallerie dell'Accademia 1490
Madonna col Bambino tra santi Paolo e Giorgio Gallerie dell'Accademia 1490-1500
Annunciazione Gallerie dell'Accademia 1500
Madonna col Bambino tra il Battista e santa (Conversazione Giovannelli) Gallerie dell'Accademia 1500-04
Pietà Gallerie dell'Accademia 1500-10
Cena di Emmaus Chiesa di San Salvador 1513
San Girolamo tra santi Cristoforo e Lodovico di Tolosa Chiesa di San Giovanni Grisostomo 1513
Compianto sul Cristo deposto Gallerie dell'Accademia 1515
Vergine col Bambino in trono con santi e musicanti Chiesa di San Zaccaria 1505
Polittico di San Vincenzo Ferrer Basilica dei Santi Giovanni e Paolo 1460-65
Vergine col Bambino benedicente tra santi e donatore Chiesa di San Francesco della Vigna 1507