Introduzione a Venezia

Da Venicewiki, il wiki di Venezia

(Differenze fra le revisioni)
Versione corrente (12:15, 19 apr 2017) (modifica) (annulla)
 
Riga 16: Riga 16:
Ora che si dispone di una panoramica della geografia di [[Venezia]], ingrandire la mappa cliccando sul +
Ora che si dispone di una panoramica della geografia di [[Venezia]], ingrandire la mappa cliccando sul +
Ecco quello che vedrete:
Ecco quello che vedrete:
-
<div class="foto"><flickr>2294583278|m</flickr></div>Al margine sinistro della pianta si trova il parcheggio dell’isola del Tronchetto, la Stazione Marittima terminal crociere, il terminal degli autobus di [[Piazzale Roma]] (al termine del [[Ponte della Libertà]]), e, a destra, la [[Stazione Ferroviaria Santa Lucia]].
+
<div class="foto"><flickr>2294583278|m|left</flickr></div>Al margine sinistro della pianta si trova il parcheggio dell’isola del Tronchetto, la Stazione Marittima terminal crociere, il terminal degli autobus di [[Piazzale Roma]] (al termine del [[Ponte della Libertà]]), e, a destra, la [[Stazione Ferroviaria Santa Lucia]].
Da [[Piazzale Roma]] e la stazione ferroviaria, inizia il [[Canal Grande]] attraversando la città verso il [[Bacino di San Marco]], dove la [[Piazza San Marco]] è visibile sotto la parola [[Venezia]]. (È possibile ingrandire la mappa per vedere meglio.)
Da [[Piazzale Roma]] e la stazione ferroviaria, inizia il [[Canal Grande]] attraversando la città verso il [[Bacino di San Marco]], dove la [[Piazza San Marco]] è visibile sotto la parola [[Venezia]]. (È possibile ingrandire la mappa per vedere meglio.)
-
Noterete anche la parola ‘’’Sestiere’’’ sulla mappa. [[Venezia]] centrale è divisa in sei [[Sestieri]]: [[Cannaregio]], [[Castello]], [[Dorsoduro]], [[San Polo]], [[Santa Croce]] e [[San Marco]].
+
Noterete anche la parola ‘’’Sestiere’’’ sulla mappa. [[Venezia]] insulare è divisa in sei [[Sestieri]]: [[Cannaregio]], [[Castello]], [[Dorsoduro]], [[San Polo]], [[Santa Croce]] e [[San Marco]]. A loro volta divisi in due gruppi ''al di qua del [[Canal Grande]]'', '''de citra''', e ''al di là del [[Canal Grande]]'', questi ultimi '''de ultra'''.
I nomi dei [[Sestieri]] sono da conoscere soprattutto per evitare di perdersi: se la conferma della prenotazione alberghiera è, per esempio, l'Hotel San Moisè, è identificato dall' indirizzo '''[[San Marco]] 2058'''; arrivando nel Sestiere di [[San Marco]] e seguendo la numerazione degli anagrafici, avrete una vaga idea della posizione dell'hotel all'interno della città, ma seguendo le indicazioni di '''Venicewiki.org'''[[http://venicewiki.org/wiki/Home|Venicewiki.org]] troverai facilmente ciò che cerchi.
I nomi dei [[Sestieri]] sono da conoscere soprattutto per evitare di perdersi: se la conferma della prenotazione alberghiera è, per esempio, l'Hotel San Moisè, è identificato dall' indirizzo '''[[San Marco]] 2058'''; arrivando nel Sestiere di [[San Marco]] e seguendo la numerazione degli anagrafici, avrete una vaga idea della posizione dell'hotel all'interno della città, ma seguendo le indicazioni di '''Venicewiki.org'''[[http://venicewiki.org/wiki/Home|Venicewiki.org]] troverai facilmente ciò che cerchi.
-
Venicewiki.org ti accompagnerà in tutti i luoghi conosciuti ed anche in quelli meno conosciuti in quanto è scritta da veneziani che conoscono sia i posti che la storia millenaria che li contraddistingue.
+
Venicewiki.org ti accompagnerà ad osservare i '''monumenti principali''', le più cospicue costruzioni, che siano [[I Palazzi in Canal Grande|Palazzi]] o [[Chiese]], ma anche in quelli meno conosciuti, ma non per questo meno affascinanti o ricchi di storia, perché '''Venicewiki''' è scritta da veneziani che conoscono sia i posti che la storia millenaria che li contraddistingue.
La nostra guida ti porterà a scoprire [[Campi]] e Campielli, [[Ponti]] ed [[Itinerari Venezia|Itinerari]], Monumenti e [[Chiese]], ma anche [[Negozi]], [[Ristoranti e trattorie]], [[Osterie e bacari]] i locali dove si mangiano i tipici '''cicchetti veneziani''' e ogni '''specialità della cucina veneziana''', oppure ti porterà a compiere una escursione in barca a remi trovando gli [[Angoli nascosti in barca a remi|angoli nascosti]] che a piedi non vedresti.
La nostra guida ti porterà a scoprire [[Campi]] e Campielli, [[Ponti]] ed [[Itinerari Venezia|Itinerari]], Monumenti e [[Chiese]], ma anche [[Negozi]], [[Ristoranti e trattorie]], [[Osterie e bacari]] i locali dove si mangiano i tipici '''cicchetti veneziani''' e ogni '''specialità della cucina veneziana''', oppure ti porterà a compiere una escursione in barca a remi trovando gli [[Angoli nascosti in barca a remi|angoli nascosti]] che a piedi non vedresti.
[[Immagine:Ponte chiodo.jpg|400px|left]]
[[Immagine:Ponte chiodo.jpg|400px|left]]

Versione corrente


Un orientamento per i visitatori che arrivano per la prima volta.
State programmando il vostro primo viaggio a Venezia? Se è così, la guida introduttiva di Venicewiki.org renderà il vostro compito più facile.
Come si può vedere dalla mappa satellitare di Google qui sotto, Venezia è una città-isola, le cui strade sono percorribili solo a piedi, per cui solo a Piazzale Roma si arriva con l'auto.
Il centro storico è un insieme strettamente integrato di 117 piccole isole che sono collegate da oltre 410 Ponti. Ogni volta che si attraversa un ponte, si lascia un'isola per entrare in un'altra.

Venice as seen from Torcello tower (2006-05-658)
Venice as seen from Torcello tower (2006-05-658) - Vyacheslav Argenberg
L'intero centro della città copre solo circa 725 ettari, che è un po 'più del doppio della dimensione del Central Park di New York o di Londra Hampstead Heath, ma è un concentrato di opere d'arte che non trova eguali al mondo.

Nella foto satellitare, il Centro Storico è collegato alla terraferma di Mestre dal Ponte della Libertà, una lunga strada rialzata che è stata costruita all'inizio del 19 ° secolo. È anche possibile vedere l’Aereoporto Marco Polo di Venezia sulla parte superiore della Laguna, a circa 6 km dal centro della città.
Il Ponte della Libertà introduce il traffico stradale a Piazzale Roma, l'unico punto in cui possono arrivare la auto, e al parcheggio dell'Isola del Tronchetto.

La linea ferroviaria che corre a fianco della carreggiata e termina alla Stazione Ferroviaria Santa Lucia che è visibile dove la strada curva verso l'Isola del Tronchetto.

Altre importanti isole vicino al centro storico sono la Giudecca, separata dal centro storico dal Canale della Giudecca che è utilizzato anche dalle navi da crociera, San Michele, isola nel quale si trova il cimitero di Venezia, e l'isola del vetro di Murano.
A destra ad est del centro storico, è il Lido di Venezia, una lunga e stretta striscia di terra che separa la Laguna che circonda Venezia, dal mare Adriatico.
Le navi da crociera e traghetti entrano ed escono dalla laguna attraverso Bocca di Porto del Lido, che separa il Lido con l’altra spiaggia veneziana di Punta Sabbioni.
Ora che si dispone di una panoramica della geografia di Venezia, ingrandire la mappa cliccando sul +
Ecco quello che vedrete:

Venice Grand Canal
Venice Grand Canal - David Henderson
Al margine sinistro della pianta si trova il parcheggio dell’isola del Tronchetto, la Stazione Marittima terminal crociere, il terminal degli autobus di Piazzale Roma (al termine del Ponte della Libertà), e, a destra, la Stazione Ferroviaria Santa Lucia.

Da Piazzale Roma e la stazione ferroviaria, inizia il Canal Grande attraversando la città verso il Bacino di San Marco, dove la Piazza San Marco è visibile sotto la parola Venezia. (È possibile ingrandire la mappa per vedere meglio.)
Noterete anche la parola ‘’’Sestiere’’’ sulla mappa. Venezia insulare è divisa in sei Sestieri: Cannaregio, Castello, Dorsoduro, San Polo, Santa Croce e San Marco. A loro volta divisi in due gruppi al di qua del Canal Grande, de citra, e al di là del Canal Grande, questi ultimi de ultra.
I nomi dei Sestieri sono da conoscere soprattutto per evitare di perdersi: se la conferma della prenotazione alberghiera è, per esempio, l'Hotel San Moisè, è identificato dall' indirizzo San Marco 2058; arrivando nel Sestiere di San Marco e seguendo la numerazione degli anagrafici, avrete una vaga idea della posizione dell'hotel all'interno della città, ma seguendo le indicazioni di Venicewiki.org[[1]] troverai facilmente ciò che cerchi.
Venicewiki.org ti accompagnerà ad osservare i monumenti principali, le più cospicue costruzioni, che siano Palazzi o Chiese, ma anche in quelli meno conosciuti, ma non per questo meno affascinanti o ricchi di storia, perché Venicewiki è scritta da veneziani che conoscono sia i posti che la storia millenaria che li contraddistingue.
La nostra guida ti porterà a scoprire Campi e Campielli, Ponti ed Itinerari, Monumenti e Chiese, ma anche Negozi, Ristoranti e trattorie, Osterie e bacari i locali dove si mangiano i tipici cicchetti veneziani e ogni specialità della cucina veneziana, oppure ti porterà a compiere una escursione in barca a remi trovando gli angoli nascosti che a piedi non vedresti.


Questa mappa va usata per fornire esclusivamente informazioni di tipo geografico.

Venice as seen from Torcello tower (2006-05-658)
Venice as seen from Torcello tower (2006-05-658) - Vyacheslav Argenberg
Le prime notizie storiche sulla laguna risalgono al IV secolo a. C., ad opera del greco Scimmo di Chio, che parla di 50 piccole città all'interno e lungo la zona lagunare. Ad abitarle erano i Veneti, popolo che sembra provenisse dall'Asia Minore, come testimonierebbe anche la leggenda secondo la quale Antenore, dopo la distruzione di Troia, sarebbe giunto qui con i suoi uomini. I Veneti diedero vita ad alcuni centri, presto fiorenti per il commercio e l'artigianato, quali Padova, Treviso, Aquileia e Altino. Quest'ultima città divenne uno dei principali scali commerciali del Mediterraneo. Il suo porto era all'interno della laguna, vicino a dove oggi sorge Torcello.


Con l'arrivo dei Romani, nel II a. C., il porto di Altino conobbe la sua massima fioritura: venne collegato alla Germania attraverso la Via Claudia Augusta e a Ravenna e ad Aquileia con la Via Popilia e la Via Annia. Inoltre molte fonti ci testimoniano di un itinerario navigabile all'interno della laguna, da Ravenna ad Altino, più sicuro rispetto a quelli di terra e di mare e, quindi, più utilizzato per le comunicazioni e gli scambi commerciali. Questa rotta permise a centri come Chioggia, Malamocco, Torcello, Murano e Burano (i cui nomi con terminazione in -ano suggeriscono una derivazione romana) di sorgere e svilupparsi. Erano insediamenti modesti, legati, oltre che al piccolo commercio, alla pesca e alla raccolta del sale. Dove ora sorge Venezia probabilmente c'era solo qualche casa di pescatori.

San Donà Murano
Basilica di San Donato - VeniceWiki
Le ripetute incursioni barbariche, iniziate nel IV d. C., spinsero le popolazioni dell'entroterra a cercare sempre più di frequente rifugio nelle isole lagunari, stabilizzandosi qui dopo l'arrivo de I Longobardi (569) e la presa di Altino, di Oderzo e di altre città. La laguna era allora soggetta a funzionari bizantini, la cui sede principale era ad Eraclea. Stava intanto crescendo, intorno al primo centro abitato di Rialto, Venezia, che dopo Eraclea e Malamocco divenne la il centro del potere in laguna, sempre più autonomo da Bisanzio.


DOPO IL IX SECOLO, l'interramento progressivo della laguna nord ad opera dei fiumi che vi sfociavano, in particolare Sile e Piave, portò alla formazioni di sempre più numerose zone paludose, condizioni ideali per la malaria. Questo spinse molti abitanti di questi lidi a cercare rifugio altrove, soprattutto sulle isole dell'attuale Venezia, più salubri, accrescendone così l'importanza. A poco a poco gli edifici nelle isole spopolate caddero in rovina, e le loro pietre, marmi e colonne vennero riutilizzati per le chiese e i palazzi del nuovo centro lagunare, Venezia.

La salubrità della zona nord della laguna dovette migliorare nel corso dei secoli XV e XVI, e ancor più dopo le grandiose opere di regolazione del corso dei fiumi e di protezione dei lidi tra laguna e mare compiute da Veneziani nel XVII secolo, permettendo una nuova fioritura delle isole..

Gli ultimi cinquant'anni di vita della Serenissima (la seconda metà del XVIII secolo), videro un nuovo declino delle isole lagunari, declino continuato fino ai giorni nostri, che ha portato ad un drastico ridimensionamento delle attività praticate in queste aree e al loro quasi totale spopolamento.

Vedi anche