Palazzo Coccina Tiepolo Papadopoli

Da Venicewiki, il wiki di Venezia

Informazioni

Indirizzo San Polo 1364 - Calle Papadopoli
Architetto Giangiacomo de Grigis

Il Palazzo Coccina Tiepolo Papadopoli può considerarsi uno dei più maestosi ed equilibrati palazzi che si affacciano sul Canal Grande.
Venne costruito dall'architetto bergamasco Giangiacomo de Grigis, dopo la metà del '500, su incarico della ricca famiglia borghese di commercianti e fabbricanti di pannilana dei Coccina, anch'essa di origine bergamasca, su un terreno nelle vicinanze di Sant'Aponal, precedentemente occupato da basse case trecentesche.
Nel 1745 venne ceduto alla famiglia Tiepolo, una delle più illustri della Serenissima, che aveva dato alla città Dogi, procuratori, uomini d'arme e Patriarchi.
Nel 1864 passò come abitazione dei conti Nicolò e Angelo Papadopoli, membri di una antica famiglia di Corfù ed aggregata alla nobiltà veneziana dal 1791.
I conti Papadopoli affidarono l'incarico di apportare sostanziali modifiche all'originario palazzo, all'architetto Michelangelo Guggenheim, il quale chiamò Cesare Rotta (1847-1882) a creare gli affreschi che ancora decorano lo scalone principale del palazzo.
Nel vasto ma grazioso cortile interno si trova una vera da pozzo risalente al periodo tardo-gotico.
Attualmente è un albergo di lusso, lAman Resort, nel quale George Clooney ha coronato il proprio sogno d'amore sposando la fidanzata Amal Alamuddin, circandato da numerose personalità dello spettacolo e del cimena.





Mappa

MAP 45.43657, 12.33215